Salta al contenuto
Rss




La "Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone" è costituita da 43 comuni:


ComuneSito Ufficiale
Almesewww.comune.almese.to.it
Aviglianawww.comune.avigliana.to.it
Bardonecchiawww.comune.bardonecchia.to.it
Borgone Susawww.comune.borgonesusa.to.it
Bruzolowww.comune.bruzolo.to.it
Bussolenowww.comune.bussoleno.to.it
Capriewww.comune.caprie.to.it
Caselettewww.comune.caselette.to.it
Cesana Torinesewww.comune.cesana.to.it
Chianoccowww.comune.chianocco.to.it
Chiomontewww.comune.chiomonte.to.it
Chiusa di San Michelewww.comune.chiusadisanmichele.to.it
Clavierewww.comune.claviere.to.it
Coazzewww.comune.coazze.to.it
Condovewww.comune.condove.to.it
Exilleswww.comune.exilles.to.it
Giaglionewww.comune.giaglione.to.it
Giavenowww.comune.giaveno.to.it/
Graverewww.comune.gravere.to.it
Mattiewww.comune.mattie.to.it/
Meana di Susawww.comune.meanadisusa.to.it
Mompanterowww.comune.mompantero.to.it
Moncenisiowww.comune.moncenisio.to.it
Novalesawww.comune.novalesa.to.it
Oulxwww.comune.oulx.to.it
Reanowww.comune.reano.to.it
Rubianawww.comune.rubiana.to.it
Sauze di Cesanawww.comune.sauzedicesana.to.it
Sauze d'Oulxwww.comune.sauzedoulx.to.it
Salbertrandwww.comune.salbertrand.to.it
San Diderowww.comune.sandidero.to.it
Sanganowww.comune.sangano.to.it
San Giorio di Susawww.comune.sangioriodisusa.to.it
Sant'Ambrogio di Torinowww.comune.santambrogioditorino.to.it
Sant'Antonino di Susawww.comune.santantoninodisusa.to.it
Sestrierewww.comune.sestriere.to.it
Susawww.cittadisusa.it
Tranawww.comune.trana.to.it
Vaiewww.comune.vaie.to.it/
Valgioiewww.comune.valgioie.to.it
Venauswww.comune.venaus.to.it
Villar Dorawww.comune.villardora.to.it
Villar Focchiardowww.comune.villarfocchiardo.to.it


Val Sangone

La Val Sangone, giace alle falde delle Alpi Cozie, alla sinistra del torrente Sangone dal quale prende il nome. Si compone di sei comuni Coazze, Giaveno, Reano, Sangano, Trana e Valgioie.
È incorniciata da una densa catena montuosa le cui cime più rilevanti sono il Robinet, il Rocciavre ed il Monte Salancia.Scendendo dalle prealpi il territorio degrada trasformandosi in un susseguirsi di colline dall'andamento irregolare.
Aperta a valle verso Torino, chiusa al vertice fra i monti, non è una valle di transito: proprio per questo fu abitata fin dall'antichità più remota da popolazioni che in essa cercarono un rifugio più tranquillo rispetto alle vicine valli.
La valle ha una lunghezza di circa 25 km., il suo bacino è impostato su antiche formazioni geologiche dell'era paleozoica in particolare gneiss, calcescisti, micascisti.
Gran parte della superficie è coperta di boschi, faggi e castagni, habitat ideale del capriolo e del cinghiale e regno di funghi di incomparabile bellezza, profumo e qualità, vera e propria ricchezza naturale oltre che squisita leccornia.


Val di Susa e Val Cenischia

Il territorio della Comunità Montana è attraversato dalla Dora Riparia e si estende dall'imboccatura della Valle di Susa verso la pianura di Torino fino ai confini con la Francia attraverso il Colle del Moncenisio e confina a nord con la Valle di Viù e a sud con la Valle del Chisone.
Antichissimo luogo di transito tra l'Europa occidentale e l'Italia, vide l'avvicendarsi di eserciti, pellegrini, mercanti e artisti.
I romani scelsero Susa, l'antica capitale della Valle, come "Porta d'Italia" per la sua posizione strategica. A testimonianza dell'antico splendore troviamo diversi monumenti come l'Arco di Augusto, la Porta Savoia, l'Anfiteatro e le Terme Graziane.
Domina la città il Rocciamelone, (3.538 metri) considerato nell'antichità e nel medioevo la montagna più alta delle Alpi, sulla cui cima si dice sorgesse un tempio consacrato a Giove. Ogni anno, per festeggiare la Madonna della Neve (5 Agosto), una processione parte dalla Cattedrale di Susa, il giorno precedente e raggiunge la vetta da cui si gode uno dei panorami più suggestivi delle Alpi.
In località Chiusa di San Michele, proprio all'inizio della Valle, si scontrarono anche i Franchi che, guidati da Carlo Magno vinsero i Longobardi capeggiati da Adelchi e Desiderio.
Importanti abbazie sorsero a guardia di due punti strategici per dare ristoro ai pellegrini che percorrevano la Via Francigena, la Sacra di San Michele all'inizio della Valle di Susa e l'Abbazia di Novalesa, uno dei più noti centri culturali del Medioevo, in Val Cenischia lungo la strada del Moncenisio.
Altro centro strategico fu Avigliana, ora nota soprattutto per la sua incantevole posizione tra i due laghi omonimi, meta turistica e ritrovo degli appassionati di sport acquatici.
Un tempo florido abitato di origine gallo-celta conobbe un notevole sviluppo in epoca medievale di cui si conservano importanti vestigia tra cui segnaliamo le rovine del Castello comitale dei Savoia che dominano l'antico borgo.
Un importante centro di industrie estrattive, metallurgiche e tessili è Bussoleno, che il fiume divide la parte medievale e da quella moderna.




Inizio Pagina Comune di REANO (TO) - Sito Ufficiale
Piazza XX Settembre n. 1 - 10090 REANO (TO) - Italy
Tel. (+39)011/93.10.244 - Fax (+39)011/93.10.510
Codice Fiscale: 86002550019 - Partita IVA: 01878690013
EMail: protocollo@comune.reano.to.it
Posta Elettronica Certificata: comune.reano.to@legalmail.it
Web: http://www.comune.reano.to.it


|